Chi siamo 2018-03-22T07:49:45+00:00

Compagnia Ragli fa teatro civile e sociale.
Fondata da Rosario Mastrota, Dalila Cozzolino e Andrea Cappadona la Compagnia Ragli si occupa, nella sua poetica artistica, di affrontare tematiche civili e sociali attraverso un linguaggio drammaturgico contemporaneo. Il suo nome è stato scelto per evocare l’asinità astratta bruniana, lo slancio e il furore di un asino che si innamora della conoscenza. Debutta nel 2009 con Ragli al Festival Primavera dei Teatri. Con Fine è finalista al Premio di Drammaturgia Dante Cappelletti, al Premio Kantor, al Premio Controscene Biella e al Premio Cantiere Opera Prima di Roma. Nel 2011, il testo Salve Reggina!, storia di ‘ndrangheta smitizzata è selezionato al Napoli Teatro Festival, finalista al Premio Hystrio Scritture di Scena_35, al Premio Dante Cappelletti e al premio di Drammaturgia Oltreparola. Nel 2012 la Compagnia apre con L’Italia s’è desta, un piccolo [falso] mistero italiano, una trilogia sulla smitizzazione della ‘ndrangheta. Lo spettacolo è vincitore di numerosi premi di teatro e drammaturgia (Uno per Monologhi, Teatropia, Premio Centro alla Drammaturgia, Premio Dirittinscena Università La Sapienza, Premio Restart Antimafia e Premio Politicamente Scorretto), è finalista al Premio Hystrio Scritture di Scena e debutta in forma di lettura scenica al Teatro Valle di Roma. Lo spettacolo effettua una tournèe in nazionale con oltre 90 repliche e internazionale al Festival INSCENA! New York City. Nel 2013, gli altri due spettacoli della trilogia: Panenostro (Premio Per Voce Sola – Teatro della Tosse di Genova) e Ficcasoldi (Premio Giovani Realtà del Teatro della Civica Accademia Nico Pepe di Udine). Nell’estate del 2014, Onions, scritto da R.Mastrota e D.Cozzolino, è il testo scelto da CollaborAzioni e diretto dalla regista israeliana Orly Noa Rabinyan (Lyncoln Center di NY e World Wide Lab). Nell’estate 2015 debutta La Bastarda, spettacolo liberamente ispirato alla vita di Lea Garofalo, scritto da R.Mastrota e patrocinato da Avviso Pubblico, Città Metropolitana di Milano, ARCI, daSud e Comune di Pegognaga (Mn). Ultima produzione è Border Line, interpretato da Antonio Tintis, Giuliana Vigogna e Matilde Vigna (Premio Ubu 2016 per Santa Estasi di A.Latella).

Rosario Mastrota ha studiato filosofia all’Unical. Si è formato ai Corsi di Formazione Teatrali di Scena Verticale con cui è stato interprete negli spettacoli Hardore di Otello, Kitsch Hamlet, Elettra, Le tre male bestie e ‘U Tingiutu. Nel 2009 ha fondato a Roma la Compagnia Ragli, per la quale scrive e dirige. Si è perfezionato con Gigi Gherzi, Davide Iodice, Motus, Yves Lebreton, Massimiliano Civica, Alfonso Santagata, Riccardo Caporossi, Enzo Moscato e Pippo Delbono. I suoi testi Fine, Salve Reggina!, L’Italia s’è desta, Panenostro, Ficcasoldi e La Bastarda sono stati finalisti e vincitori di diversi Premi Teatrali Nazionali: Dante Cappelletti, Premio Kantor Premio Hystrio Scritture di Scena, Premio Antimafie “Dirittinscena”, Premio Politicamente Scorretto, Premio “Per voce sola” Teatro della Tosse e Premio Giovani Realtà del Teatro, Civica Accademia Nico Pepe. Ha ricevuto la menzione speciale per il racconto Miniseria al concorso letterario NeroPremio e al Premio Letterario Nazionale Bukowski. Nell’autunno 2017 debutterà il nuovo spettacolo: Border Line, interpretato da Antonio Tintis, Giuliana Vigogna e Matilde Vigna. Vive a Roma.

Dalila Cozzolino, attrice.
Diplomata all’Accademia “Corrado Pani” di Roma, con la direzione di Annabella Cerliani, continua la sua formazione portando avanti un percorso parallelo (laurea in Filosofia, Università La Sapienza, Roma; Master in Editoria, Palombi Editore, Roma; Irish Literature Course, Bray, Dublin) e approfondendo lo studio della recitazione con diversi maestri italiani ed europei; studia doppiaggio e canto. Fonda con Rosario Mastrota e Andrea Cappadona, Compagnia Ragli ed è interprete degli spettacoli tra cui il monologo L’Italia s’è desta (Premio Miglior Attrice Premio Centro, Premio Festival Uno Firenze, Premio Teatropia Siena, Premio Restart Antimafia, Premio Politicamente scorretto, Premio La Cantina delle Arti, Miglior Attrice festival XS Salerno) e Ficcasoldi (Premio “Giovani Realtà del Teatro”, Civica Accademia Nico Pepe, Udine 2013). Collabora con altre compagnie (tra cui Scena Verticale, Zabalik, Pantarei Teatro) e recita in lingua inglese. Nel 2013 è in RIS Delitti Imperfetti, Mediaset. Nel 2015 è performer in Nobody’s room dell’artista Silvia Giambrone e nel 2016 in La luna in folle dell’artista Adelita Husny Bei, Premio MAXXI 2016. Nel 2017 è attrice e aiuto regia per l’opera L’Oca del Cairo di W.A.Mozart, regia Davide Enia, Teatro Massimo Palermo. Vince il Premio Hystrio alla Vocazione 2017 e il Bando ShakespeareLab Tradizione Teatro come attrice nello spettacolo “Riciclaggio di umano sporco”. Frequenta il corso propedutico di regia presso la Scuola Civica Paolo Grassi di Milano, anno accademico 2017-18.

Andrea Cappadona attore e autore.
Diplomato all’Accademia “Ribalte” di E. Garinei, prosegue la sua formazione con M. Cherubini, M. Margine, S. D’Assunta, U. Chiti, B. Bracco, M. Civica, A. Bergamo, L. Muscato. Nel 2007 entra nella Compagnia Jurij Ferrini PROGETTO URT con cui fino al 2010 è in scena con molti testi di Shakespeare e una Locandiera di Goldoni in chiave contemporanea, che riscontra un grande successo di critica e pubblico.
Nel 2009 fonda con R. Mastrota e D. Cozzolino la Compagnia Ragli.
Finalista al Premio Hystrio alla Vocazione nel 2010, è nel progetto PPP di C. Pezzoli e nello spettacolo Blitz di L. Russo e A. Tarantino. Lavora con Ricci/Forte in WUNDERKAMMER SOAP #7 La strage di Parigi per il Romaeuropa Festival e scrive con R. Mastrota Salve Reggina! Storia di ‘ndrangheta smitizzata, testo in finale al Premio Dante Cappelletti. E’ autore inoltre di Domestica, il matrimonio, Domestica, il compleanno, e Child. Incontra G. Rappa e L.De Bei, autore quest’ultimo di City Park, storie da parco, nel quale interpreta Giulio, (Festival Castel dei Mondi). Attualmente è in scena con Ficcasoldi e La Bastarda.
Nel 2016 si candida al premio Oscar come miglior attore ma l’Academy lo ignora.

COLLABORATORI

Compagnia Ragli, negli anni, è cresciuta. Queste persone “ragliano” con noi.