Dalila Cozzolino, attrice.

Laureata in Filosofia all'Università La Sapienza di Roma e diplomata all'Accademia drammatica Corrado Pani, si forma inoltre presso il Centro Internazionale Formazione delle Arti. Nel 2009 fonda Compagnia Ragli. Ha studiato con Saverio La Ruina, Gianni Diotajuti, Annabella Cerliani, Jean Paul Denizon, Pippo Delbono, Jurij Ferrini, Roberto Pedicini, Antonio Pizzicato, Davide Enia. Lavora con Scena Verticale  in Elettra tre variazioni sul mito con ad Alvia Reale;  Compagnia La Linea Sottile in Medea, Claudio Insegno in Delitti esemplari. Con lo spettacolo L’Italia s’è desta vince il Primo Premio Centro come miglior attrice, il Festival Teatropia - sezione mafia e politica, il Festival UNO per monologhi. Per il cinema interpreta Rosso (di Rosario Mastrota, produzione RIVER FILM/STRIKE FP), ''311 New world city'' -in lingua inglese- regia A. Sproviero-Berlino Film Festival. È in televisione con RIS ROMA 3. Attualmente è impegnata in una performance diretta dall'artista Silvia Giambrone.

Partecipa alla realizzazione dell'Opera L’Oca del Cairo di W. A. Mozart, regia Davide Enia, direttore d’orchestra Silvia Spinnato, Teatro Massimo Palermo (attrice, mimo, aiuto regia). Nel giugno 2017 vince il Premio Hystrio alla Vocazione presso il Teatro dell'Elfo di Milano.